Polo di Innovazione CAMPUS LEONARDO

Il polo di innovazione «CAMPUS LEONARDO», con sede legale a Firenze, Via Cittadella n. 31, è un raggruppamento di piccole, medie e grandi imprese riunite sotto forma di società consortile.

Attraverso CAMPUS LEONARDO, le imprese aderenti intendono migliorare la qualità degli interventi educativi, abilitativi, riabilitativi e di cura, realizzando dispositivi e artefatti smart, tra loro connessi in soluzioni che favoriscano l’inclusività e la funzionalità utile per abitare con economicità e qualità i luoghi, a partire dal proprio domicilio. Grazie a queste soluzioni, le persone sono facilitate nell’assolvere i compiti relativi alle principali funzioni di vita, in particolare quelle fragili, non autosufficienti, affette da demenza, o da malattie degenerative del sistema nervoso,  o da altri  disturbi di natura cognitiva. Inoltre, i dispositivi sono volti a tutelare gli utenti ed a promuovere la sicurezza dei lavoratori impiegati nei servizi.

La SED segue per il Polo di Innovazione la ricerca nell’ambito delle scienze dell’educazione, dell’educazione permanente, del management, delle tecnologie abilitative e riabilitative, dell’innovazione dei servizi sanitari e socio-sanitari territoriali, con particolare attenzione alle nuove domande di mutualità integrativa e di previdenza solidaristica.

Alcune società di CAMPUS LEONARDO sono organizzate come “imprese d’insegnamento”, il cui scopo è di offrire agli studenti della SED e dell’Agenzia di Formazione ZENIT, accreditata presso la Regione Toscana, ma anche agli studenti di facoltà umanistiche e scientifiche di altre Università, percorsi di alternanza scuola-lavoro, tirocini non curriculari, assunzioni post laurea per progetti di professionalizzazione. L’obiettivo educativo è di promuovere il loro spirito imprenditoriale e la loro creatività, facendo loro acquisire competenze professionali appropriate, unitamente alla capacità di fare nuova impresa. Nello specifico, CAMPUS LEONARDO promozione e sostiene le seguenti attività della SED:

  • attività di ricerca multidisciplinare e applicata, tesa a innovare, qualificare e rendere sostenibili i processi di cura, di assistenza, di educazione, di formazione, di comunicazione e di sicurezza, ed allo sviluppo e all’applicazione  di  nuove tecnologie, in collaborazione con altre Università e Centri di ricerca. Tra i progetti in corso ve ne sono alcuni che interessano le tecnologie assistive di vita, le scienze della vita, le tecnologie per le smart cities; 
  • iniziative di “start up innovatrici” e “spin off”;
  • collegamenti, collaborazioni e co-progettazione con altre Università, Centri di ricerche e imprese sia in Italia, sia all’estero.